giovedì, Agosto 11, 2022
HomeNotizie di SocietàLa Nuova Scarlatti chiude il ciclo autunnale con il jazz

La Nuova Scarlatti chiude il ciclo autunnale con il jazz

Dalla classica al jazz, dalle sonate di Domenico Scarlatti e Ludwig van Beethoven a Duke Ellington. Con ScarlattinJazz la Nuova Orchestra Scarlatti chiude il ciclo dei «Concerti d’Autunno 2017», cinque appuntamenti partiti il 20 ottobre e che hanno fatto registrare un notevole gradimento da parte del pubblico. L’appuntamento dell’Immacolata, più che essere il solito crossover tra classico e jazz, è una serie di proposte musicali di Bruno Persico – versatile pianista, e direttore della Nuova Scarlatti in questo concerto – assimilabili a reinvenzioni, delle traversate sonore tra sponde apparentemente lontane in «un intrigante gioco di metamorfosi e fusione degli stili” come lo stesso Persico ama definirlo».

Si andrà quindi dalle rivisitazioni di alcuni brani di classica come la Sarabanda di Handel o l’Arietta dalla Sonata per pianoforte in do minore di Beethoven (con il suo incredibile swing ante litteram) alla West Side Story di Leonard Bernstein e le atmosfere di Duke Ellington, vero pioniere del jazz.

Per l’occasione, la Nuova Orchestra Scarlatti torna a suonare (dalle 20.30 di venerdì 8 dicembre) in una delle sue storiche «case»: il Museo Diocesano di Napoli. Si tratta dell’ultimo appuntamento prima dell’atteso e ormai consueto concerto di Capodanno (ormai giunto alla XXIII edizione); l’orchestra si esibirà al Teatro Mediterraneo sotto la direzione di Gianna Fratta in «Napoli, Vienna, Parigi».

Leggi anche...

- Advertisement -