Tutto passa dai suoi piedi, da mezz’ala a trequartista, l’uomo in più su cui Gattuso ha costruito il nuovo Napoli

di Stefano Esposito

Rino Gattuso qualche settimana fa in merito al polacco ha affermato: “Piotr ancora non si rende conto di quanto sia forte”.

ad

Forse comincia ad essere consapevole delle proprie potenzialità. Contro il Cagliari una partita totale. A tutto campo nel nuovo 4-2-3-1.

Non sbaglia un pallone e firma due reti spettacolari, il secondo da fuoriclasse assoluto.
Strappi improvvisi, dribbling, appoggio alla punta e aiuto ai mediani in fase di costruzione

Il Covid, il lento rientro, poi 3 gol e 3 assist da quando è tornato. Prima rete allo Stadio Diego Armando Maradona.
“I gol che fa Zielinski me li sognavo quando giocavo” ha ripetuto Gattuso dopo la prova in Sardegna.

Concreto e spettacolare, non rinuncia mai alla giocata, l’elevato numero di tunnel inflitti agli avversari dall’inizio di questo campionato dimostra in qualche modo la presa di coscienza del centrocampista polacco.

Piotr Zielinski sta diventando sempre più l’uomo di riferimento della squadra azzurra

Riproduzione Riservata