whirlpool
Operai Whirlpool Napoli durante una manifestazione

Oggi l’assemblea aperta con lavoratori, parti sociali e istituzioni

E’ cominciata questa mattina l’assemblea indetta dalla RSU della Whirlpool di via Argine aperta alle forze politiche, sociali e istituzionali, in concomitanza con la data annunciata dalla multinazionale per la cessazione delle attivita’ dello stabilimento partenopeo. All’iniziativa partecipano le sigle sindacali di categoria Fim Fiom e Uilm, alcuni parlamentari e delegazioni di vari partiti politici e associazioni.

“Whirlpool ha deciso che il 31 ottobre e’ la data di chiusura dello stabilimento. Questa e’ una decisione unilaterale che non riconosciamo legittima, non riconosciamo valida”. Lo ha detto Raffaele Paudice, della segreteria Cgil di Napoli, intervendo, a nome di Cgil Cisl Uil di Napoli all’assemblea aperta alle forze politiche, sociali ed istituzionali promossa dalla Rsu a via Argine. “Per questo – ha spiegato Paudice – la lotta continua e ‪il 5 novembre‬ noi saremo in piazza con tutta la citta’ di Napoli per portare la solidarieta’ a Whirlpool ma non solo. Sara’ il secondo sciopero generale che facciamo a Napoli per la Whirlpool. Ma sara’ uno sciopero per difendere l’industria in questa citta’, perche’ accettare che Whirlpool vada via, che questa fabbrica chiuda, significa accettare un futuro di deindustrializzazione a Napoli”. “Troppe ne abbiamo viste, troppe ne abbiamo subite – ha concluso Paudice – per noi da Whirlpool parte il progetto attorno al quale bisogna rilanciare l’industria e dare un futuro a questa citta'”.

ad

Una battaglia di civiltà

“Lo stabilimento di via Via Argine e’ la storia di Napoli e delle grandi battaglie metalmeccaniche, non esiste alcuna valida motivazione per chiudere i battenti. La battaglia delle lavoratrici e dei lavoratori della Whirlpool di Napoli e’ un simbolo, un’emblema significativo di tenacia, di volonta’, essi rappresentano l’Italia sana che resiste, in palese contrasto con la cecita’ politica che continua a togliere a Napoli e al Mezzogiorno il lavoro, l’occupazione, la ricchezza. Non abbiamo piu’ bisogno di solidarieta’ ma di responsabilita'”. E’ quanto ha affermato Vera Buonomo, segretaria confederale della Uil Campania, partecipando all’assemblea dei lavoratori Whirlpool, tenutasi stamattina nello stabilimento di via Argine, a Napoli.