Il 29 tavolo al Mise.

Circa 200 lavoratori della Whirlpool sono usciti in corteo, creando anche alcuni blocchi stradali, dallo stabilimento della multinazionale USA in via Argine, nella zona orientale di Napoli. Sul posto sono presenti le forze dell’ordine, con le quali ci sono stati momenti di tensione. Previsto per il 29 gennaio il tavolo al Mise.

“L’azienda ed il governo – afferma il segretario generale della Uilm-Campania, Antonio Accurso devono dare conto del tempo che si sono presi per trovare una soluzione. Dopo 8 mesi i lavoratori esigono risposte, in particolare sulle lavatrici top di gamma, fabbricate in Cina ed in vendita in Italia ed Europa, che dovrebbero essere prodotte solo dal sito di Napoli, secondo gli accordi firmati ad ottobre 2018″.

ad