Severino Nappi, professore di Diritto del Lavoro e presidente dell’associazione Nord Sud

“Se non si trattasse di una vicenda gravissima, che coinvolge centinaia di famiglie, verrebbe da dire che a Napoli si sospende il caffè e non le cessioni delle aziende. L’esito dell’incontro tra Whirlpool e il governo è del tutto insoddisfacente: la semplice “sospensione” della procedura di cessione non è certamente sufficiente a dare tranquillità ai lavoratori e una speranza al sistema produttivo campano”. Lo scrive Severino Nappi, Presidente Associazione Nord Sud, in una nota.

“Il governo deve riaprire un tavolo per rimettere in discussione la decisione dell’azienda che, ricordiamolo, è stata aiutata con ingenti risorse pubbliche e, dunque, – conclude – non deve e non può scappare”.