E’ duro il comunicato delle Rsu, che «sposando il pensiero delle lavoratrici e dei lavoratori, ritengono inaccettabile l’atteggiamento dell’azienda che non rispettando i tavoli istituzionali, i sindacati, il governo, i lavoratori e le trattative in essere, rilascia dichiarazioni a mezzo stampa, così da destabilizzare l’ambiente lavorativo e il già compromesso morale dei lavoratori». E’ quanto scrive in un documento la Rappresentanza sindacale dello stabilimento Whirlpool di Via Argine. «C’è una vertenza aperta ai tavoli istituzionali e questi comunicati dell’azienda sono una mancanza di rispetto – sottolinea Italia Orofino, lavoratrice dello stabilimento partenopeo – verso lo Stato, le istituzioni e gli operai. Aspettiamo il tavolo e intanto auspichiamo un serio rilancio delle produzioni di Napoli. Ognuno si prenda le proprie responsabilità e faccia la sua parte».

«Dopo l’intervista dell’ad La Morgia sui quotidiani – afferma il segretario generale della Uilm campana, Antonio Accurso – rimaniamo sconcertati dalle modalità di conduzione del confronto sindacale e istituzionale. La Whirlpool farebbe bene a evitare provocazioni e strappi a mezzo stampa riconducendo la trattativa ai tavoli».

AIUTACI CON UN LIKE A MANTENERE
L’INFORMAZIONE LIBERA E INDIPENDENTE

«Questi continui strappi – secondo Accurso – segnalano una debolezza delle proposte. Chiediamo di assumere atteggiamenti e comportamenti responsabili nei confronti di lavoratori che vivono già grandi tensioni per la vertenza in atto. Formato il nuovo governo, potremo riprendere un confronto in maniera seria e nel giusto ambito».