Lo stabilimento Whirlpool di Via Argine (foto di repertorio)

E’ quanto avrebbe dichiarato il premier durante il tavolo di lavoro (ancora in corso) a cui siedono Governo e sindacati

Non è una bella notizia. Nel corso di una videoconferenza, ieri, con l’ad di Whirlpool, Bitzer, «abbiamo messo a disposizione tutto, spiegando anche che possiamo fare oggi cose che in passato non si potevano fare, vista la disattivazione delle stringenti regole europee per gli aiuti degli Stati membri alle imprese. Ma Bitzer ha spiegato che non riescono a creare una prospettiva industriale per Napoli per rendere competitiva la produzione». Così, secondo quanto riportato da fonti sindacali all’Ansa, il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte avrebbe dichiarato nel corso del tavolo con i sindacati sulla vertenza Whirlpool. L’incontro tra Governo e sindacati per la vertenza Whirlpool è iniziato intorno alle 10.30. In video collegamento, dalla fabbrica di Napoli Est, ci sono gli operai e i rappresentanti dei sindacati. All’incontro sono presenti, oltre al presidente del Consiglio, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, il sottosegretario al Lavoro, Stanislao Di Piazza, la sottosegretaria al Mise, Alessandra Todde. In videoconferenza anche i vertici di Cgil, Cisl e Uil, e i leader di Fiom e Uilm.