Il ministero dello Sviluppo economico commenta cosi’ la decisione unilaterale della Whirlpool di procedere alla cessione di ramo d’azienda a un possibile partner” e di abbandonare il tavolo delle trattative al ministero, presieduto dal vice capo di Gabinetto Giorgio Sorial e dal sottosegretario Alessandra Todde, con la partecipazione di ministero del Lavoro, rappresentanti degli enti locali e organizzazioni sindacali.

Nel corso dell’incontro – spiega il Mise in una nota – l’azienda “ha comunicato la decisione unilaterale di procedere alla cessione di ramo d’azienda ad un possibile partner, la societa’ Prs che si occupa di refrigerazione passiva, interessato alla riconversione della produzione dello stabilimento di Napoli”.

Con questa decisione l’azienda “ha interrotto il prosieguo del confronto sulle altre opzioni proposte nel corso dei precedenti incontri tenutesi al Ministero, che prevedevano anche investimenti in prodotti di alta gamma o lo spostamento in Italia alcune produzioni realizzate all’estero dal Gruppo Whirlpool”.