venerdì, Ottobre 7, 2022
HomeNotizie di PoliticaGiggino usa la webtv del Comune per lanciare la lista con Varoufakis

Giggino usa la webtv del Comune per lanciare la lista con Varoufakis

Ma perché il sindaco di Napoli usa la webtv del Comune per parlare degli arresti di Barcellona e per lanciare la sua alleanza elettorale con Yanis Varoufakis?
Come raccontato in più occasioni da Stylo24, TeleKabul si è trasformata – nel silenzio dei vertici burocratici dell’Amministrazione – nel megafono esclusivo del sindaco Luigi de Magistris e di pochi, pochissimi «eletti», tra cui l’assessora Alessandra Clemente e il collega di Giunta Ciro Borriello.

L'intervista del sindaco de Magistris alla webtv del Comune di Napoli dopo il primo turno alle amministrative
L’intervista del sindaco de Magistris alla webtv del Comune di Napoli dopo il primo turno alle amministrative

Tutti gli altri amministratori non hanno accesso alle telecamere e ai servizi multimediali dell’emittente di Palazzo San Giacomo, diretta dal capo ufficio stampa Mimmo Annunziata. Non c’è un servizio relativo ai consiglieri comunali né una intervista, un approfondimento, un faccia a faccia riguardo ai problemi (e ce ne sono tanti) di cui soffre la città. Un’attenzione dovuta anche e soprattutto in considerazione che attrezzature e dipendenti sono pagati con soldi pubblici. Di tutti noi, insomma.
Invece, c’è spazio per far parlare Giggino del referendum secessionista della Catalogna e per farsi l’ennesimo spot elettorale per il suo minuscolo partitino personale «deMa»; e per annunciare agli spettatori della webtv che, insieme all’ex ministro dell’Economia greco, de Magistris vuole «costruire un’Europa dei popoli contro i nuovi fascismi». Magari, tra tutti questi impegni internazionali, Giggino spieghi pure com’è che i pullman non passano più al centro dopo aver abbandonato da mesi le periferie. Sarà un argomento con molto meno appeal delle elezioni europee, ma di più ampio interesse per i cittadini.

Articoli Correlati

- Advertisement -