Nelle foto la voragine che si è aperta nel parcheggio dell'Ospedale del Mare

Ma ai controlli non sarebbe seguito alcun intervento per l’area interessata dal crollo

Il punto da cui ripartire nella vicenda della maxivoragine del parcheggio dell’Ospedale dal Mare è rappresentata da un cedimento di natura «strutturale». Non si sarebbe quindi trattato di una voragine «naturale». E’ quanto emerge dalle prime constatazioni dei geologi, relativamente agli indizi sulle cause del crollo. Geologi che un mese fa, su sollecito del numero uno dell’Asl di Napoli, Ciro Verdoliva, hanno compiuto un sopralluogo presso la zona che è stata poi interessata dal cedimento.

La circostanza è stata riportata dal quotidiano Il Mattino, che pubblica anche le dichiarazioni di un geologo, che scegliendo l’anonimato tiene a sottolineare: «Credo che sia poco probabile che le infiltrazioni (quelle dovute alla pioggia, ndr) siano la causa del crollo». Al sopralluogo non sarebbero seguiti interventi. Sulla maxivoragine è stato aperto un fascicolo di inchiesta per disastro colposo.

ad