Giugliano, Giovanni muore a 29 anni: aveva un forte mal di testa
L'Ospedale del Mare

Un 66enne ha perso il controllo, convinto che le condizioni del nipote fossero più gravi del previsto e meritassero una visita immediata.

Un nuovo episodio di violenza all’interno di un ospedale napoletano. Questa volta si è verificato nella serata di ieri presso l’Ospedale del Mare. Secondo quanto accertato dai carabinieri, un 66enne si è presentato al nosocomio di Ponticelli con il nipote 22enne, che lamentava dolori in diverse parti del corpo.

L’uomo, durante l’attesa, ha cominciato a perdere il controllo, facendo presente ai sanitari come il giovane meritasse attenzioni maggiori rispetto al codice verde assegnato al Triage, perché affetto da condizioni ben più gravi di quanto diagnosticato. Fino ad arrivare a urlare e minacciare i presenti.

ad

E quando il personale di vigilanza si è avvicinato per cercare di riportare la calma, il 66enne, incensurato, ha colpito tre guardie giurate con una stampella. Per due di loro 15 giorni di prognosi, per la terza, 20 giorni per trauma cranico facciale con ematomi multipli al volto ed escoriazioni al setto nasale e contusione al polso destro. L’uomo è stato denunciato per lesioni personali, minacce e interruzione di pubblico servizio.

Riproduzione Riservata