Il padrino di San Giovanni a Teduccio, Vincenzo Mazzarella
Il padrino di San Giovanni a Teduccio, Vincenzo Mazzarella

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

di Giancarlo Tommasone

E’ deceduto alle 13.34 di ieri, si trovava nel penitenziario di Opera a Milano, dove era detenuto in regime di carcere duro, il cosiddetto 41 bis. E’ Vincenzo Mazzarella, 62enne capo storico dell’omonima organizzazione camorristica. Il boss di San Giovanni a Teduccio, ma da tempo residente al Rione Luzzatti (zona Poggioreale), sarebbe morto in seguito a un malore.

Questa la causa del decesso, o almeno quella riferita dagli agenti della polizia penitenziaria all’atto di «notiziare»
i legali del defunto

La nota dei baschi blu si riferisce a un presunto attacco cardiorespiratorio che avrebbe lasciato senza scampo il 62enne. Che, secondo quanto abbiamo appreso dall’avvocato difensore di Mazzarella, non avrebbe sofferto (almeno nell’ultimo periodo) di particolari patologie.

Il classico fulmine a ciel sereno, dunque, che però sarebbe stato devastante per il padrino, meglio conosciuto all’anagrafe di camorra, con il soprannome di ’o pazz’. Ma il condizionale è d’obbligo riguardo alla causa del decesso.

Tanto è vero che per accertare il motivo della morte,
come conferma il difensore di Mazzarella,
sarà effettuato quasi sicuramente l’esame autoptico

L’autopsia dovrebbe essere effettuata nei prossimi giorni presso un ospedale milanese. Ammantati di giallo, dunque, gli ultimi istanti della vita del boss, che è stato a capo di una delle organizzazioni criminali più temibili di Napoli. Un gruppo che attraverso i suoi distinti vertici, è riuscito ad operare (e continua a farlo) nell’area orientale, al centro della città e nella zona di Napoli a ridosso del quartiere Poggioreale.

Poco più di due mesi fa, una lunga malattia aveva portato alla morte il fratello maggiore di Vincenzo Mazzarella, Ciro, meglio conosciuto come ’o scellone, e considerato uno degli ultimi, se non l’ultimo, contrabbandiere di Santa Lucia.

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT