L'arcivescovo di Napoli, monsignor Domenico Battaglia

I bimbi protagonisti della celebrazione religiosa che si è svolta a Roma, a Napoli nessuna parola spesa dagli arcivescovi sugli istituti chiusi

I bambini sono protagonisti della Via Crucis, a cui Papa Francesco assiste dal sagrato della Basilica di San Pietro a Roma. Una celebrazione, anche quest’anno condizionata dal Covid. Una celebrazione che è stata ribattezzata la Via Crucis dei bambini, a cui manca la scuola. Negata da un lockdown didattico, che particolarmente in Campania, fa sentire i suoi effetti deleteri incalcolabili.

Stylo24 segue da sempre la questione della chiusura delle scuole in prima linea, ma qui ci preme rilevare, che il Pontefice ha dato spazio e voce ai bimbi, tenuti lontani dai banchi, mentre a Napoli, prima Crescenzio Sepe e poi Domenico Battaglia (arcivescovo metropolita di Napoli, succeduto a Sepe) non hanno speso una parola che sia una, rispetto all’argomento delle scuole chiuse.

ad
Riproduzione Riservata