Ciro Verdoliva

di Giancarlo Tommasone

«In merito alla vicenda che vede opporsi la Florida 2000 e la Romeo Gestioni per l’appalto di pulizie presso questo ospedale, in qualità di Stazione Appaltante il nostro interesse è solo quello di fornire ai degenti e a tutti i nostri utenti il servizio nel rispetto delle vigenti leggi. Il Cardarelli si conformerà alle decisioni che le autorità preposte prenderanno in merito», così ha dichiarato a Stylo24, Ciro Verdoliva.

ad

Il general manager dell’Azienda ospedaliera Cardarelli è stato interpellato
sulla querelle che vede confrontarsi
da tempo, due società, per la gestione dell’appalto relativo al servizio di «pulizia delle aree esterne, e di quelle a basso, medio, alto
e altissimo rischio» del nosocomio collinare

L’ultimo capitolo della vicenda è rappresentato dal decreto pronunciato lo scorso 21 maggio (e ribadito il 25) – sul ricorso proposto dalla Florida 2000 Srl – dal Consiglio di Stato. E’ stata sospesa l’esecutività della sentenza emessa dalla giustizia amministrativa nel luglio del 2015 – che aveva affidato alla Romeo Gestioni la gara – ma la decisione è stata rimandata nel merito: «Resta confermata – è scritto nel decreto di Palazzo Spada – per la discussione collegiale la camera di consiglio del 7 giugno 2018». Nel frattempo il servizio di pulizia al Cardarelli, continua ad essere espletato dalla Romeo Gestioni.

L'ospedale Cardarelli di Napoli
L’ospedale Cardarelli di Napoli

Dall’emissione del bando di gara
alla produzione dell’ultimo decreto
da parte del Consiglio di Stato

La vicenda che vede opporsi Romeo e Florida ha origine a luglio del 2014, quando viene appunto emesso il bando di gara. Committente è la Aorn (Azienda ospedaliera di rilevanza nazionale) Antonio Cardarelli. La gara è vinta dalla Romeo Gestioni, la Florida si piazza seconda in graduatoria. Quest’ultima società presenta ricorso al Tar, ed incassa parere favorevole. A tale esito si oppone la Romeo Gestioni, che impugna la sentenza del Tar Campania e ricorre al Consiglio di Stato. Che a luglio del 2015 affida definitivamente la gara alla Romeo. Tutto finito? No.

Il presidente Anac, Raffaele Cantone

La delibera dell’Anac di Raffaele Cantone

Perché a dicembre del 2017 interviene l’Anac con una delibera. Il 17 aprile scorso, Florida 2000 deposita richiesta a Palazzo Spada, di revocazione straordinaria; misura di ultima istanza in grado di annullare la sentenza emessa (proprio dal Consiglio di Stato) a luglio del 2015. L’istanza straordinaria si basa sui nuovi elementi portati alla luce dall’Anticorruzione di Raffaele Cantone. Infine, nei giorni scorsi, il Consiglio di Stato sospende l’esecutività della sentenza emessa dalla giustizia amministrativa nel luglio del 2015, ma rimanda la decisione nel merito.