Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca

«La vera espressione della destra europea sono io, se questa si caratterizza per senso dello stato, battaglia antiburocratica, semplificazione delle procedure, sostegno alle imprese, attenzione alla sicurezza. Si puo’ lavorare bene con chi condivide il nostro sistema di lavoro». Lo ha detto Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, nel corso del suo intervento a una iniziativa di Campania Libera a Napoli. De Luca, parlando della organizzazione di Campania Libera, movimento che lo sostiene e che e’ nato con le elezioni regionali 2015, ha spiegato che «non deve essere fatta di reduci e combattenti. Non vogliamo chi litiga con Pd, Psi, Pp, ma deve essere aperto ai ceti professionali, agli imprenditori, al volontariato, al cattolicesimo democratico, forze fresche. Immagino cosi’ l’organizzazione di Campania Libera come movimento piu’ strutturato».

Il premier Gentiloni e il Governatore della Campania Vincenzo De Luca
Il premier Gentiloni e il Governatore della Campania Vincenzo De Luca

De Luca ha sottolineato anche che «le divisioni interne ai partiti – ha detto – non seguono le linee degli schieramenti congressuali, le distinzioni vere sono tra donne e uomini liberi e quelli che liberi non sono, perche’ si preoccupano di essere i maggiordomi di qualcuno». Alla sollecitazione di Tommaso Casillo, capogruppo di Campania Libera in Consiglio Regionale, di impegnarsi nella campagna elettorale a Napoli per le prossime politiche, De Luca ha risposto, a margine: «Sono impegnato sempre – ha detto – credo che ci saranno anche delle belle figure impegnate a livello nazionale e credo che daranno un certo respiro alla campagna elettorale».

ad
Riproduzione Riservata