Da sinistra, Gigi Sequino e Paolo Castaldi, vittime innocenti della camorra

I due giovani furono scambiati per i guardaspalle del genero di un boss di Pianura e trucidati

Erano poco più che due ragazzi, Gigi Sequino (20 anni) e Paolo Castaldi (21), quando un commando killer li scambiò per nemici del clan di appartenenza e li lasciò senza vita, mentre erano in procinto di partire per le vacanze estive. Gigi e Paolo, vittime innocenti della camorra sono stati ricordati oggi, a 20 anni dalla loro drammatica fine, avvenuta a Pianura il 10 agosto del 2000. L’amministrazione comunale di Napoli li ha voluti ricordare, anche quest’anno, con i fiori del sindaco deposti nella cappella del cimitero di Pianura. Gigi Sequino e Paolo Castaldi furono trucidati all’interno di un’auto nella quale stavano pianificando le loro vacanze. Un commando del clan Pesce-Marfella, li uccise con una raffica di proiettili per uno scambio di persona: furono scambiati per i guardaspalle del genero di un boss della zona.