Il marito della capogruppo del M5S in Consiglio regionale della Campania entra nello staff di un’eurodeputata a Bruxelles, e scoppia la polemica. Malumori interni ed esterni al movimento, attacchi dagli avversari. L’interessato, Domenico Migliorini, consorte di Valeria Ciarambino – donna simbolo dei Cinque stelle in Campania, gia’ candidata alla presidenza della Regione – ha pubblicato ieri sera un post su Fb: “Di questa polemica scatenatasi alla luce della collaborazione che ho l’onore di intraprendere al servizio di una persona straordinaria come la nostra parlamentare europea Chiara Maria Gemma, mi spiace solo che una mia scelta diventi strumento per colpire la mia compagna di vita”.

 

“Mi preme precisare che, oltre a condividerne la scelta, come farebbe qualunque marito con la propria consorte, Valeria non c’entra assolutamente nulla con il rapporto, prima umano e oggi professionale, che ho intrapreso con la nostra deputata a Bruxelles. Chi mi conosce, dentro e fuori il Movimento, sa bene che da anni, molto prima di conoscere Valeria, investo risorse e tempo nelle battaglie per la mia gente e per la mia terra, sposando i principi e i valori del Movimento 5 Stelle. Battaglie nelle quali ho profuso tutto l’impegno possibile e che ho cercato di portare avanti forte anche delle mie competenze professionali”, afferma Migliorini.