giovedì, Maggio 19, 2022
HomeSanitàMille euro per fingere di aver ricevuto il vaccino: «Poi lo buttano...

Mille euro per fingere di aver ricevuto il vaccino: «Poi lo buttano per terra»

di aemme

“Vedi là sopra? A questo lo arrestano, nessuno ha fatto il vaccino”. Lo dice Luca Esposito, genero dei boss dell’alleanza di Secondigliano, Patrizio Bosti. Starebbe indicando uno studio nella zona del Vasto che a quanto pare non è proprio ligio alle regole sanitarie. Parla di una fila per la vaccinazione farlocca. “L’ho fatto fake, mille euro”.

Mille euro per fingere di aver ricevuto il vaccino

Il suo sogno era quello di trasferirsi a Dubai, lasciarsi alle spalle i guai giudiziari e intraprendere nuovi affari negli Emirati. Prima però Esposito doveva risolvere le questioni rimaste in sospeso e legate alla pandemia. Si intuiscono tutti i dettagli di quello che si potrebbe rivelare un nuovo filone d’indagine che ha portato in carcere Esposito insieme alla moglie Maria Bosti per aver corrotto i medici in cambio di falsi tamponi negativi al Covid e Green Pass contraffatti.

Sognando Dubai

Lo scopo era quello di volare a Dubai con familiari positivi al seguito. Gli investigatori ipotizzano la collaborazione di un “sanitario infedele e compiacente che anziché iniettare la dose l’avrebbe riversata a terra”. Esposito prende contatti con un italiano che vive negli Emirati e sa come funzionano le cose da quelle parti: “Chi viene da fuori ha bisogno di un local che lo aiuti a entrare nel giro. I local sono i sultani arabi. Poi se apri un business paghi il 51 per cento”. L’interlocutore dice di avere un local che ricopre una carica altissima e che quindi non lo arresteranno mai: “Con i bitcoin si può campare di rendita”, dice. Lo si apprende dal Corriere del Mezzogiorno in un pezzo a firma di Dario Del Porto.

Il gip di Civitavecchia ha convalidato il fermo nei confronti di Luca Esposito

Intanto il gip di Civitavecchia ha convalidato il decreto di fermo emesso dalla DDA di Napoli nei confronti di Luca Esposito quest’ultimo ritenuto uno dei vertici del cartello camorristico denominato “Alleanza di Secondigliano”. Esposito è stato bloccato dalla Polizia nell’ aeroporto di Fiumicino, insieme con la moglie, Maria Bosti, figlia del boss, mentre stava per imbarcarsi su un volo per Dubai, lo scorso 17 gennaio. Il giudice ha ritenuto di non convalidare il provvedimento che la Procura aveva emesso anche nei confronti di Maria Bosti in quanto la donna è stata trovata sprovvista del biglietto e quindi è stato ritenuto insussistente il pericolo di fuga. Ciononostante il giudice ha ritenuto necessaria una misura cautelare in carcere per entrambi. Marito e moglie – difesi dall’avvocato Raffaele Chiummariello – sono accusati, nell’ambito di una indagine dei sostituti procuratori antimafia Teresi e Converso, di “corruzione di incaricati di pubblico servizio aggravato dal metodo mafioso e dalla finalità di agevolare il sodalizio di appartenenza”. Secondo gli inquirenti, infatti, per poter salire sul volo diretto negli Emirati Arabi si sarebbero procurati a pagamento – attraverso medici compiacenti – falsi certificati di avvenuta vaccinazione SARS-Cov-2 e falsi certificati di test molecolare con esito negativo. Gli atti del procedimento sono stati trasmessi a Napoli, per competenza territoriale, dove entro venti giorni l’ordinanza deve essere reiterata.

Leggi anche...

- Advertisement -