Cambiano i tempi, siamo nell’era digitale. Vacanze in campagna sempre più social e digitali, quindi: il 70% dei turisti e degli escursionisti che scelgono gli agriturismi della Campania passano prima da una ricerca sul web.

ad

E’ quanto ha evidenziato
Coldiretti Campania sulla base
di un’indagine effettuata tra le aziende
agrituristiche aderenti alla rete Campagna Amica

«A catalizzare l’attenzione sono i siti web aziendali, ma soprattutto i social network, attraverso i quali è possibile interagire con le foto, i servizi e il contesto territoriale di riferimento – ha spiegato Coldiretti Campania – Il passaggio successivo è legato nella gran parte dei casi, alla prenotazione via telefono. Solo un 20% delle prenotazioni negli agriturismi arrivano direttamente da sistemi online. Un dato basso rispetto al turismo tradizionale, che invece nel 2019 ha visto il 50% delle prenotazioni direttamente dalla rete (indagine Coldiretti/Ixe’). Un gap che Coldiretti Campania e Terranostra Campania – l’associazione che promuove gli agriturismi della rete Campagna Amica – puntano a superare attraverso un corso manageriale che partirà in autunno».

«Internet – ha sottolineato la Coldiretti – è entrato nelle abitudini vacanziere degli italiani che per il 27% hanno prenotato da soli sui siti web delle strutture recettive, mentre il 23% si è affidato a siti specializzati lasciandosi guidare anche dai giudizi degli altri ospiti. Tra i tradizionalisti – continua la Coldiretti – il 17% contatta telefonicamente le strutture, il 18% preferisce non prenotare e appena il 13% si rivolge a tour operator o agenzie mentre il 2% non risponde».

Riproduzione Riservata