Aveva prestato 8mila euro a un uomo in difficolta’ economiche arrivando a chiedergli indietro fino a 50mila euro e minacciandolo di dargli fuoco per ottenere il denaro. Un 45enne italiano, originario di Napoli e residente a Castelfiorentino (Firenze), e’ stato denunciato dai carabinieri di Certaldo (Firenze) per estorsione e usura per fatti avvenuti nel 2016, oltre che oggetto di una misura di obbligo di dimora nelle ore notturne.

Il 45enne, secondo una ricostruzione dei fatti, avrebbe prima chiesto 11 mila, e poi alzato sempre piu’ la posta fino a pretendere 50mila euro.

Nei mesi la persona in difficolta’ economica, che lavora in un’azienda nel territorio di San Gimignano (Siena), aveva piu’ volte dato soldi al suo estorsore, ricevendo in cambio minacce, tra cui quella di venire cosparso di alcol e incendiato, e pretese di ulteriore liquidita’.

Le forze dell’ordine indagano sul giro di usura

Nel corso dei mesi la vittima era anche fuggita di casa con la famiglia per paura di ritorsioni, venendo comunque rintracciata e minacciata. I militari, assieme alla Procura di Siena, sono arrivati adesso a ricostruire i fatti grazie a una serie di intercettazioni, appostamenti e testimonianze raccolte.