Covid, controlli nel Vesuviano effettuati dai carabinieri (foto di repertorio)

L’uomo per lo spaccio davanti alle scuole del Casertano si sarebbe servito anche del figlio 14enne

Si serviva di minori, tra cui il figlio, per lo spaccio di hashish fuori alle scuole e per nascondere lo stupefacente durante gli spostamenti. E’ l’accusa contestata ad un 41enne di Santa Maria a Vico (Ce), che e’ stato arrestato e condotto in carcere dai carabinieri. L’uomo, già noto alle Forze dell’Ordine, era stato fermato in auto con sette stecche di hashish nel febbraio 2019. Da allora erano partite le indagini della Procura di Santa Maria Capua Vetere, che ha accertato l’ampiezza del giro illecito gestito dal 41enne, che spacciava fuori la scuola media Giovanni XXIII di Santa Maria a Vico e l’elementare Francesco Gesue’ di San Felice a Cancello, servendosi di uno, e in qualche circostanza anche di due complici minorenni per le cessioni dello stupefacente.

I carabinieri deĺla Compagnia di Maddaloni, anche grazie alle intercettazioni, hanno poi scoperto che l’indagato aveva anche nascosto l’hashish addosso al figlio di 14 anni durante gli spostamenti in auto, in modo da evitare problemi con le forze dell’ordine. Elementi che hanno indotto il Gip del tribunale di Santa Maria Capua Vetere a disporre il carcere per il 41enne, così come chiesto dalla Procura guidata da Maria Antonietta Troncone.

ad