Gianluca Basile, commissario delle Universiadi 2019

Sotto la lente gli accordi stretti per il villaggio degli atleti   

Universiadi 2019, sono tre le persone iscritte nel registro degli indagati, con ipotesi di reato a vario titolo, di corruzione e turbativa d’asta. Ciò relativamente agli accordi stretti tra Regione Campania e privati, per l’allestimento del villaggio degli atleti e dello staff tecnico e altro personale, nel porto di Napoli, il villaggio olimpico a bordo delle navi Msc. Gli indagati sono il commissario straordinario delle Universiadi, Gianluca Basile, Lorenzo Lentini, avvocato, e presidente del Cusi, comitato esecutivo dei giochi universitari, e Aureliano Cerasa (general manager della Msc). Gli inquirenti sono al lavoro per ricostruire in maniera precisa, quali siano stati i rapporti tra macchina organizzativa dei giochi e i manager di Msc. La notizia degli avvisi di garanzia è stata riportata dal quotidiano Il Mattino, nell’articolo a firma di Leandro Del Gaudio, dal Fatto quotidiano, nel servizio a firma di Vincenzo Iurillo, e da la Repubblica Napoli con Dario Del Porto.