lunedì, Dicembre 6, 2021
HomeTrasportiUnicoCampania: 40 lavoratori Giraservice in protesta oggi a piazza Matteotti

UnicoCampania: 40 lavoratori Giraservice in protesta oggi a piazza Matteotti

Manifestazione di lavoratori Giraservice dinanzi al Palazzo che ospita la sede del Consorzio UnicoCampania: “Da aprile cig a zero ore”

Questa mattina era in corso a piazza Matteotti di Napoli un presidio di circa 40 lavoratori Giraservice’ che manifestavano dinanzi alla sede del Consorzio UnicoCampania, per ricevere le opportune rassicurazioni circa il proprio futuro lavorativo ed occupazionale.

In una nota, come riporta il sito ‘Ansa’, si può leggere:

“Sono 140 i lavoratori della giraservice che per Unico Campania si occupano della distribuzione dei ticket presso le rivendite autorizzate e della ricarica delle emettitrici automatiche per le varie aziende del trasporto pubblico locale e che da aprile sono stati posti in cassa integrazione a zero ore.

“Sono settimane che i biglietti a Napoli sono diventati introvabili eppure – dichiara Marco Sansone del coordinamento regionale USB – questi 140 lavoratori addetti al servizio, inspiegabilmente, continuano a restare a casa, favorendo tra gli utenti utilizzatori del servizio l’evasione dei titolo di viaggio, in un periodo in cui le aziende lamentano mancati incassi e pesanti perdite, scaricando i costi sociali sulla collettività. I dipendenti della Giraservice chiedono di ritornare immediatamente al lavoro e di assicurare un servizio essenziale alla città di Napoli. Non permetteremo a nessuno di sub-affidare ad altre società il servizio e di aprire la strada a nuove crisi occupazionali e salariali.

Il consorzio UNICOCAMPANIA, in qualità di stazione appaltante, ha il dovere di garantire la continuità lavorativa dei 140 dipendenti della giraservice, senza escludere il loro riutilizzo in altre attività funzionali ad assicurare il controllo e la sicurezza a bordo dei mezzi pubblici. È in corso un incontro interlocutorio tra la società e una delegazione di lavoratori, qualora non dovessimo ricevere le opportune rassicurazioni continueremo la nostra mobilitazione- conclude Sansone”.

Leggi anche...

- Advertisement -