TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Il Tribunale di Torre Annunziata in funzione di Giudice del Lavoro ha confermato il licenziamento irrogato a un dipendente della Societa’ di trasporto regionale Eav – difesa in giudizio dal prof. Marcello D’Aponte – allontanatosi senza autorizzazione dal posto di lavoro in orario di servizio. Lo rende noto il presidente dell’Eav Umberto De Gregorio: “Ancora una vittoria – commenta – contro i furbetti del cartellino”.

In particolare, il Tribunale ha ritenuto i comportamenti del lavoratore – accertati dall’Eav mediante l’ausilio di un’agenzia di investigazione – a “potenziale valenza penale” accogliendo la richiesta – formulata in atti dal legale dell’Azienda – di trasmissione degli atti alla Procura della Repubblica. “Siamo soddisfatti perche’ la magistratura ha confermato che le, non semplici, scelte effettuate dall’Azienda nell’ambito della gestione e riorganizzazione del personale, volta a contrastare fenomeni negativi quali l’assenteismo, sono risultate corrette e cio’ premia la stragrande maggioranza dei dipendenti EAV che lavora quotidianamente con impegno ed abnegazione nell’interesse della collettivita'”, conclude De Gregorio.

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT