lunedì, Novembre 29, 2021
Home Notizie di Cronaca Ultime notizie dall'area sud di Napoli

Ultime notizie dall’area sud di Napoli

- Advertisement -

Panettiera vittima di 3 usurai: costretta a nascondersi in hotel

Usura ed estorsione: quattro persone in carcere, altre sette ai domiciliali e un dodicesimo soggetto ricercato. È il bilancio di un’operazione che ha visto gli agenti della Squadra Mobile di Napoli e del commissariato di polizia di Torre del Greco (Napoli) eseguire un’ordinanza cautelare emessa dal gip del tribunale di Torre Annunziata su richiesta della Procura oplontina. Le indagini sono partite dalla denuncia di una vittima, titolare di una panetteria del centro cittadino, vittima per due anni. Intercettazioni telefoniche, appostamenti hanno permesso di accertare come la donna, in un momento di difficoltà economica, avesse trovato l’apparente disponibilità di clienti, i quali in un primo momento si erano offerti di prestarle denaro senza pretendere alcun interesse, per poi richiederle mensilmente la restituzione di somme spropositate, applicando un tasso di interesse anche del 67%.

In questo modo la vittima si è trovata nella disperata condizione da un lato di non essere in grado di ripianare il debito originario e dall’altro di essere costretta a chiedere ulteriori prestiti ad altri usurai, anche imparentati tra loro. La titolare della panetteria, proprio a causa di questa situazione, non solo non è riuscita a ripianare i propri debiti ma si è trovata soggiogata da più usurai, i quali, a fronte dei ritardi nei pagamenti, hanno posto in essere condotte intimidatorie e violente, costringendola per circa un mese perfino ad abbandonare il panificio di famiglia e la propria abitazione e a nascondersi in un hotel.

San Sebastiano al Vesuvio, droga in tappezzeria: 3 arresti

All’esterno del locale nessuno avrebbe potuto immaginare cosa ci fosse all’interno. Una tappezzeria come tante altre dove 3 persone sono state sorprese con droga e materiale vario per il confezionamento delle dosi. A scovare i 3 pusher i carabinieri della stazione di San Sebastiano Al Vesuvio e quelli della sezione radiomobile di Torre del Greco. Incuriositi da una flebile luce accesa all’interno del negozio, vista l’ora ormai tarda, i militari hanno voluto vederci chiaro. Quando sono riusciti ad entrare hanno beccato in flagranza Lino Piccolo (classe 75, San Sebastiano al Vesuvio), suo figlio incensurato di 19 anni e Bruno Rega (classe 96, San Sebastiano al Vesuvio). Nelle loro disponibilita’ quasi un chilo di marijuana, distribuito in diverse cassettine di metallo e 3 piante di cannabis. E ancora un proiettile gfl calibro 380. Tutti sono stati sottoposti ai domiciliari, in attesa di giudizio. Dovranno rispondere di detenzione di droga a fini di spaccio.

Controlli a tappeto nei comuni del Vesuviano

Controlli a tappeto dei Carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata nei comuni vesuviani. Grazie alla preziosa collaborazione dei militari del Nucleo Cinofili di Sarno sono 84 le persone identificate e 44 i veicoli passati al setaccio.

Gennaro Nastri, 47enne di Torre Annunziata è stato arrestato in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Nocera Inferiore

Risponderà di furto aggravato un 53enne di Poggiomarino sorpreso a Pompei dopo aver rubato in un negozio alcuni articoli per il bricolage.

Un 46enne di Terzigno, invece, è stato denunciato per porto abusivo di armi. Nelle sue tasche un tirapugni e nella sua auto un bastone di legno di 60 cm.

Non manca la droga. Un 25enne di origini marocchine è stato denunciato per detenzione di stupefacente a fini di spaccio. Addosso i carabinieri gli hanno trovato 7 grammi e mezzo di hashish già suddivisi in stecchette.

17 le violazioni contestate agli svariati ambulanti beccati a vendere – senza licenza – oggetti di vario genere davanti agli ingressi del Parco Archeologico di Pompei. L’importo complessivo delle sanzioni supera i 17mila euro.

2 i giovani segnalati alla Prefettura per uso di droga.

I Carabinieri della Compagnia di Giugliano, insieme a quelli del Gruppo di Castello di Cisterna e del 10 Reggimento Campania, hanno effettuato un servizio di controllo straordinario del territorio per garantire una movida sicura nel comune di Frattamaggiore.

Durante le attività sono state controllate 240 persone e 115 veicoli, elevati 28 verbali al Codice della Strada, per un totale complessivo di 34 mila euro circa, e posti sotto sequestro 13 tra motoveicoli e motocicli.

Un 17enne di Casoria è stato denunciato per resistenza a Pubblico Ufficiale perché, a bordo di un ciclomotore, sprovvisto di casco, patente e assicurazione, non ha rispettato l’alt della pattuglia ed è rovinato a terra dopo aver colpito anche uno dei militari. Per entrambi 3 giorni di prognosi.

All’esterno del locale nessuno avrebbe potuto immaginare cosa ci fosse all’interno. Una tappezzeria come tante altre dove 3 persone sono state sorprese con droga e materiale vario per il confezionamento delle dosi.

A scovare i 3 pusher i carabinieri della stazione di San Sebastiano Al Vesuvio e quelli della sezione radiomobile di Torre del Greco. Incuriositi da una flebile luce accesa all’interno del negozio, vista l’ora ormai tarda, i militari hanno voluto vederci chiaro.

Quando sono riusciti ad entrare hanno beccato in flagranza Lino Piccolo (classe 75 – San Sebastiano al Vesuvio), suo figlio incensurato di 19anni e Bruno Rega (classe 96 – San Sebastiano al Vesuvio).
Nelle loro disponibilità quasi un chilo di marijuana, distribuito in diverse cassettine di metallo e 3 piante di cannabis. E ancora 1 proiettile gfl cal. 380.
Tutti sono stati sottoposti ai domiciliari, in attesa di giudizio. Dovranno rispondere di detenzione di droga a fini di spaccio.

I carabinieri della stazione di Volla insieme a quelli della sezione radiomobile di torre del Greco hanno arrestato per furto aggravato Giuseppe Montanino, 42enne del posto e Raffaele Biondelli, 32enne di Pollena Trocchia, già noti alle ffoo. Sono stati sorpresi in Via Montanino a bordo di una piccola utilitaria. Nel cofano alcuni cartelloni stradali che – hanno accertato i militari – erano stati appena rubati all’interno di un cantiere in Via Palazziello.

Entrambi sono stati sottoposti ai domiciliari in attesa di giudizio.

Riproduzione Riservata
- Advertisement -

Leggi anche...

- Advertisement -
Riproduzione Riservata