Violenza sulle donne

Picchia la moglie e l’accoltella, 32enne arrestato a Pozzuoli

Ancora violenza sulle donne. Questa volta a Pozzuoli i carabinieri hanno arrestato un 32enne del posto. Futili i motivi dietro l’aggressione alla moglie. Durante una discussione l’uomo ha colpito la consorte a calci e pugni e ha poi tentato di sferrarle delle coltellate, riuscendo a colpirla alla gamba destra. Per farlo ha utilizzato un coltello da cucina. Episodi di questo tipo non erano una novita’ e gia’ a partire dal 2019 – hanno ricostruito i carabinieri – la donna era vittima di vessazioni.

I militari sono stati allertati dalla vittima, che e’ riuscita a chiamare il 112 fuggendo in un’altra stanza. Quando sono arrivati sul posto hanno bloccato l’uomo e lasciato la vittima sanguinante alle cure di un ambulanza. Trenta i giorni di prognosi prescritti dai medici dell’Ospedale puteolano di Santa Maria delle Grazie. Il 32enne e’ finito in manette e in attesa di giudizio trascorrera’ le prossime ore nel carcere di Poggioreale.

ad

Ischia, brucia le foglie ma perde il controllo: a fuoco un ettaro di macchia mediterranea

I carabinieri forestali della stazione di Casamicciola terme hanno denunciato per incendio boschivo un uomo incensurato di Ischia. Sono intervenuti in Località Pietramarina dove era stato segnalato un principio di incendio che aveva lambito parte di una scarpata.

Domato l’incendio insieme a vigili del fuoco i militari hanno ritenuto che la combustione di un cumulo di rifiuti, perlopiù foglie secche, fosse la causa del focolaio. Hanno poi accertato che il proprietario del fondo aveva incendiato i rifiuti per disfarsene e che il vento aveva allargato il fronte delle fiamme raggiungendo anche la macchia mediterranea.

Non potendo più governare il muro di fuoco si era allontanato. Oltre un ettaro di macchia e sottobosco di ceduo di castagno e querce è andato distrutto. L’uomo è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria

Mattarella a Pozzuoli: incontro con gli operatori dell’area penale

Il Capo dello Stato, Sergio Mattarellam ha incontrato gli operatori della “Fondazione Regina Pacis”, che lavora nel recupero ed il reinserimento sociale di giovani e donne dell’ area penale, nella Cattedrale del Rione Terra, a Pozzuoli (Napoli). Mattarella, accompagnato dal ministro per la Giustizia Marta Cartabia e dal presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca, è stato accolto dal vescovo di Pozzuoli. mons. Gennaro Pascarella.
Il Presidente della Repubblica ha ascoltato brevi testimonianze sul progetto “Puteoli Sacra”, animato dalla “Fondazione Regina Pacis”, del direttore della Fondazione e Cappellano dell’ Istituto Minorile di NIsida, don Gennaro Pagano, di Dragana, una donna di 26 anni, che partecipa al progetto, del 24 enne Luigi Cappella, ex ospite dell’ IPM di NIsida, ora chef e studente dell’ Istituto alberghiero, e di Danilo Venditto, educatore professionale.

Dopo l’incontro Mattarella ha visitato il Museo di Arte Sacra che si trova al Rione Terra, luogo di insediamento della colonia romana di Puteoli, nel 194 a.C., soffermandosi davanti al quadro di Artemisia Gentileschi, da poco rientrato a Pozzuoli dall’ esposizione ad una mostra del British Museum. Al suo arrivo il Capo dello Stato ha salutato un gruppo di ragazzi provenienti dell’ Istituto minorile di NIsida, che ha visitato stamattina a Napoli, ai quali ha fatto gli auguri.

Riproduzione Riservata