domenica, Novembre 28, 2021
Home Notizie di Cronaca Ultime notizie dall'area flegrea di Napoli

Ultime notizie dall’area flegrea di Napoli

- Advertisement -

Usura, 63enne arrestata: più di 30mila euro di interessi in 5 anni per un prestito

Per un prestito di 3mila euro, era stata costretta a versare in 5 anni ad un’ usuraia circa 39mila euro di interessi. La vittima , dopo aver pagato fino a novembre 2020, si è rivolta ai Carabinieri. I militari hanno arrestato una donna di 63 anni, Francesca Cirillo, di Torre Annunziata (Napoli), con precedenti penali per usura. Dopo gli accordi iniziali – secondo quanto hanno ricostruito le indagini – ed i versamenti mensili tra il 2015 ed il 2020, la vittima dell’ usuraia non era stata più in grado di pagare ed aveva cominciato a subire intimidazioni , estese anche ai suoi familiari. La Cirillo è stata trasferita nel carcere di Pozzuoli (Napoli)

Un milione e 200mila articoli cinesi sequestrati

Oltre un milione e 200mila articoli cinesi di consumo sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Napoli nel corso di controlli nelle località balneari e turistiche della provincia. Gli articoli sequestrarti sono classificabili come “non sicuri” ed erano privi delle certificazioni di sicurezza e di indicazioni per il consumatore, come l’importatore, il produttore e la descrizione delle caratteristiche del prodotto in italiano.

A Nola, in un negozio di articoli per l’illuminazione gestito da cinesi, sono statui sequestrati oltre 1.100.000 accessori per l’estetica, per acquario e per ufficio di dubbia provenienza, di manifattura incerta e ritenuti potenzialmente pericolosi per la salute. In un emporio cinese a Cardito, sono statui sequestrati circa 100 mila articoli non sicuri, tra accessori per la cura della persona e della casa.

Infine, tra Torre del Greco, Meta di Sorrento e l’isola di Ischia, sono stati sequestrati oltre 1.000 articoli, tra i quali mascherine pseudo protettive, abbigliamento ed accessori di bigiotteria privi delle indicazioni per il consumatore su origine, provenienza e qualità del prodotto- Quattro persone di nazionalità italiana e cinese sono state denunciate ed altre sei segnalate alla Camera di Commercio per violazioni di natura amministrativa.

Riproduzione Riservata
- Advertisement -

Leggi anche...

- Advertisement -
Riproduzione Riservata