giovedì, Agosto 11, 2022
HomeNotizie di CronacaUltime notizie dalla provincia di Napoli

Ultime notizie dalla provincia di Napoli

Torre del Greco | Bombe artigianali in casa, arrestato

Nascondeva in casa 38 ordigni, di quelli normalmente usati per festeggiare l’arrivo del nuovo anno. Materiale pericoloso e detenuto illegalmente scoperto dai carabinieri della sezione operativa di Torre del Greco (Napoli), che hanno arrestato per detenzione di materiale esplosivo un incensurato di 40 anni. Durante una perquisizione nella sua abitazione, i militari hanno infatti rinvenuto e sequestrato i 38 ordigni esplosivi. Da ciò che riferiscono i carabinieri, si tratta di «bombe» vendute durante le festività natalizie nei mercati paralleli, senza alcun controllo e di dubbia fabbricazione. Il quarantenne le aveva sistemate in camera da letto: dopo il sequestro sono state affidate agli artificieri del comando provinciale di Napoli.

Afragola | Rapine in pub e tabaccheria, fermato un giovane

E’ gravemente indiziato di aver messo a segno due rapine, tra dicembre 2021 e marzo scorso. Gli agenti del commissariato di polizia di Afragola, nella mattinata di oggi, hanno eseguito un decreto di fermo emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli Nord nei confronti di un 21enne di Afragola. Il giovane si sarebbe reso responsabile di due distinti episodi verificatisi ad Afragola: il primo, lo scorso 28 dicembre in via Dario Fiore, quando due uomini con volto coperto, di cui uno armato di pistola, sono entrati all’interno di in un pub e, con la minaccia dell’arma, si sono fatti consegnare dal cassiere 300 euro e una borsa contenente effetti personali, per darsi successivamente alla fuga a bordo di uno scooter.

Il secondo episodio, invece, è avvenuto lo scorso 8 marzo in una tabaccheria in corso Vittorio Emanuele, da cui due uomini hanno asportato 14.000 euro, per poi fuggire a bordo di un’autovettura. Grazie alle descrizioni fornite dalle vittime, alla visione delle immagini dei sistemi di videosorveglianza degli esercizi commerciali di zona e attraverso un’attività info-investigative, sono stati raccolti gravi indizi nei confronti del 21enne.

Nola | Domani protocollo d’intesa contro violenza di genere

Un protocollo d’intesa per costituire una rete territoriale di contrasto alla violenza di genere: sarà siglato domani a Nola dal sindaco Carlo Buonauro, che è presidente del coordinamento istituzionale dell’Ambito N23, dal coordinatore dell’ufficio di Piano dell’Ambito N23, Giuseppe Bonino, dal questore di Napoli, Alessandro Giuliano, dal capo facente funzioni della Procura della Repubblica di Nola, Arturo De Stefano, dal presidente facente funzioni del Tribunale di Nola, Vincenza Barbalucca, dal direttore sanitario dell’ospedale Santa Maria della Pietà di Nola, Daniela Schiavone, dal direttore del distretto 49 dell’Asl Na 3 Sud Domenico Russo, dal presidente del consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Nola, Arturo Rianna e dalla dirigente dell’ Ufficio VI – Ambito Territoriale Di Napoli dell’USR della Campania, Luisa Franzese.

Il protocollo, promosso dall’Ambito N23, del quale fanno parte 14 Comuni con Nola capofila, sarà presentato e siglato domani mattina a termine di un convegno nel salone del museo storico archeologico di Nola, in programma a partire dalle 9,30, e saranno presenti, oltre ai sottoscrittori del documento, anche il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, e l’assessore regionale alle politiche sociali Lucia Fortini.

Caivano | Incendio, pronti dati rilevamenti Arpac

L’Arpac informa che sono disponibili gli ultimi aggiornamenti in merito all’incendio che lo scorso 18 giugno ha coinvolto un deposito di automezzi a Caivano. Il primo ciclo di campionamento di diossine e furani (19-20 giugno) aveva restituito un valore di concentrazione pari a 0,055 picogrammi per normal metro cubo in termini di tossicità totale equivalente (pg/Nm3 I-TEQ), inferiore al valore di riferimento individuato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Gli ulteriori rapporti di prova, emessi dal Laboratorio Regionale Diossine della UOC Siti Contaminati e Bonifiche, recanti gli esiti inerenti i successivi campionamenti hanno confermato il trend di concentrazione di detti inquinanti in linea rispetto alle concentrazioni di tossicità equivalente dell’ordine di 0.1 pg/m3 mediamente riscontrabili in ambiente urbano. Dai rapporti di prova emessi dal Laboratorio Regionale Amianto e Inquinamento Atmosferico del Dipartimento di Salerno si evince infine un esito «inferiore al limite minimo di rilevabilità strumentale».

Precedentemente, mediante i comunicati diffusi il 20 e il 23 giugno, sono stati resi noti i primi risultati relativi ai sopralluoghi e ai campionamenti effettuati. Nel comune di Caivano si era verificato un secondo incendio il 24 giugno in località Cinquevie alle spalle del campo rom, anche in questo caso già dal primo rapporto di prova la concentrazione relativa alle diossine e ai furani risultava in linea rispetto alle concentrazioni di tossicità equivalente dell’ordine di 0.1 pg/m3 mediamente riscontrabili in ambiente urbano e soggette a grande variabilità, come individuate dall’OMS Air Quality Guidelines – Second Edition 2000.

Leggi anche...

- Advertisement -