Martedì si riunirà con le sue 55 federazioni compresa quella italiana, mercoledì con i club dell’Eca e le leghe europee, per giovedì è stato fissato il comitato esecutivo.

di Stefano Esposito

“72 ore intense, potenzialmente importantissime, forse decisive. Si parlerà anche delle date delle coppe, attraverso due scenari, di cui uno al momento ritenuto – da tutti – di gran lunga il più attendibile ed affine alla realtà. Uno scenario che Sky prova ad anticipare, piani che ovviamente andranno sempre validati dagli ok legati alle condizioni sanitarie.
Che la Uefa avesse deciso di indicare nel 31 agosto prossimo il limite invalicabile per portare a termine Europa League e Champions League, già si sapeva. Adesso, ecco il resto della storia. Partiamo dalla Champions: il 7 e l’8 agosto – a campionati nazionali teoricamente terminati – sono stati indicati come i giorni della ripartenza, per disputare il ritorno degli ottavi di finale. Restando alle squadre italiane, la Juventus ospiterà il Lione, dopo la sconfitta dell’andata con gol di Tousart, mentre il Napoli farà visita al Barcellona, dopo l’1-1 del San Paolo, con vantaggio di Mertens e pareggio di Griezmann. Da quel punto in avanti, per chi resterà in corsa, sarà un tour de force, con una partita ogni tre giorni. L’Atalanta entrerà in scena l’11 o il 12 agosto per il l’andata dei quarti, con ritorno il 14 o 15. Non esisteranno giorni da santificare alla festa, si scenderà in campo anche a Ferragosto. 18, 19, 21 e 22 saranno le date delle semifinali di andata e ritorno, con finale il 29 allo stadio Ataturk di Istanbul. E’ già stata prevista anche la prima giornata della fase a gruppi della stagione 2020/21, fissata per il 20 ottobre”

ad