Sorrento, i sindaci della Penisola vicini ai lavoratori del turismo

Fulvio Martusciello europarlamentare di Forza Italia: il 2 maggio, la data della beatificazione di San Pio da Pietrlcina, il giorno giusto per ripartire.

Anche a Sorrento, in piazza Tasso, si è tenuta oggi una manifestazione dei lavoratori della filiera del turismo contro l’incertezza in vista della stagione estiva. “Non c’è più tempo – ha detto Giulia Riva in rappresentanza delle guide turistiche -, basta parole, chiediamo certezze nei vaccini, programmazione per la ripartenza, per poter lavorare con dignità e sicurezza”.

Ma oltre alle guide, molte categorie extralberghiere hanno voluto denunciare la corsa in avanti di chi “in modo egoistico hanno stretto accordi per un solo settore, quello dei lavoratori degli alberghi”. “Noi non piangiamo – ha aggiunto -, abbiamo sempre lavorato con serietà, precisione e dignità, dateci la possibilità di farlo. E dateci vaccini per tutti, senza favoritismi”.

ad

Tutto ciò in riferimento al protocollo stretto ieri da Federalberghi con la Regione Campania e AslNa3 per vaccinare i soli dipendenti degli hotel. “L’accordo di ieri sui vaccini destinati esclusivamente al personale degli alberghi ci lascia perplessi” ha detto Rosario Fiorentino, responsabile sindacale Flaica Cub. “Federalberghi poteva volare alto e coordinarsi con la città per appoggiare una vaccinazione estesa a quanti più soggetti della filiera del turismo. In questo momento, con questa decisione, Federalberghi lacera una comunità. La situazione è drammatica bisogna essere uniti e lavorare insieme. Siamo tutti sulla stessa barca. Vaccino per tutti e subito”.

In piazza presenti anche tutti i sindaci della Penisola: da quello di Vico Equense, Andrea Bonocore, a Giuseppe Tito, di Meta, Vincenzo Iaccarino, di Piano di Sorrento, Piergiorgio Sagristani sindaco di Sant’Agnello, al primo cittadino di Sorrento, Massimo Coppola e il vice sindaco di Massa Lubrense, Giovanna Staino. Tra i temi trattati, farsi carico dei più fragili, far partire la decontribuzione e tutelarsi dall’usura e dalla camorra.

“Come Amministrazione comunale, e insieme con tutti i sindaci della Penisola Sorrentina, non possiamo che sostenere la protesta dei lavoratori del comparto turistico del nostro territorio. La nostra presenza, questa mattina, in piazza Tasso, testimonia ancora una volta la vicinanza al dramma economico e sociale che tantissimi concittadini vivono, a causa della crisi generata dalla pandemia. Continueremo a lavorare affinché la situazione di centinaia di famiglie possa migliorare nel più breve tempo possibile”. Così il sindaco di Sorrento, Massimo Coppola.

Martusciello: il 2 maggio data simbolo della ripartenza

“L’Italia ha bisogno di una data simbolo per ripartire. Si scelga il 2 maggio, la data della beatificazione di San Pio da Pietrelcina. Il santo a cui tutti gli italiani sono devoti. Sarà lui a guidarci verso la ripresa” ha detto, in una nota, Fulvio Martusciello europarlamentare di Forza Italia

Riproduzione Riservata