Gli aderenti alla sigla Flaica Club annunciano la mobilitazione prevista per il prossimo venerdì

Lavorano nel comparto del turismo. Partiranno da Sorrento, venerdì prossimo, 23 ottobre, e si concentreranno a Napoli in Piazza Municipio, i lavoratori stagionali del turismo provenienti dalla costiera sorrentino-amalfitana e Capri, aderenti alla sigla Flaica Club, per proclamare lo sciopero anche per l’indotto Multiservizi Telecom Regione Campania. Ad annunciarlo il rappresentante e responsabile della sigla della costiera, Rosario Fiorentino. «I gravi motivi che hanno spinto la Flaica Cub riguardo l’indotto Multiservizi per Telecom in Campania a proclamare lo sciopero, indetto dalla Confederazione unitaria di base, riguarda i fatti avvenuti dal cambio di appalto del primo luglio scorso», ha detto. La stessa organizzazione sindacale ha aperto anche una procedura di raffreddamento verso le società costituitesi in Ati. «Troppe anomalie si sono susseguite ed ancora oggi sono inevase le richieste avanzate dalla Flaica Cub, una su tutte l’esclusione di una parte di lavoratori messi in cassa integrazione e senza possibilità di rotazione ma, nel frattempo, sono state pagate anche ore di straordinario ad altri dipendenti». «E’ necessario mobilitarsi per respingere queste condizioni vergognose che viviamo quotidianamente, soprattutto per quanto concerne il mondo degli appalti e dei subappalti, con paghe orarie da fame, fatti di accordi che conducono al ribasso la qualità della vita di migliaia di lavoratori e lavoratrici», ha concluso Fiorentino.