L'ex megastore Trony in Via Luca Giordano

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Il caso dei dipendenti Trony è finito in Parlamento, dove è stata presentata una interrogazione all’attenzione del ministro del Lavoro e delle Politiche sociali e del ministro dello Sviluppo economico (vale a dire Luigi Di Maio).

ad

«In un’area come quella campana,
in cui la crisi economica
degli ultimi anni ha messo in ginocchio
centinaia di migliaia di lavoratori,
la chiusura di Trony, fallita nel 2017,
ha avuto effetti gravissimi
anche sul tessuto sociale locale»,
è scritto nel documento
di cui è primo firmatario
il deputato Nicola Amitrano (M5S)

«In data 22 febbraio 2018, la società Frc Group srl comunicava ai 38 dipendenti che a partire dal giorno 28 febbraio, il rapporto di lavoro cessava, a seguito del conferimento di ramo d’azienda di Napoli a via Luca Giordano, pertanto il suddetto rapporto di lavoro, a partire dal primo marzo 2018 proseguiva (ex articolo 2112 codice civile) con Piazza Italia s.p.a.; a metà dicembre Piazza Italia s.p.a. comunicava ai suddetti che, per il sopraggiunto e inatteso fallimento della Frc Group srl avvenuto in data 9 agosto 2018, avrebbe restituito il 2 gennaio 2019, alla società concedente, ramo d’azienda. La motivazione di crisi esposta dall’azienda, a quanto consta all’interrogante, non troverebbe corrispondenza nel punto vendita di Napoli; a Napoli, infatti, gli introiti sarebbero stati costanti e rilevanti fino a quando la scelta di Trony fu quella di disinvestire, rinunciando a rifornire il negozio; l’azienda Frc Group srl fu appositamente creata per acquisire i punti vendita Fnac di Verona, Genova, Milano e, infine, nel 2013 anche quello di Napoli; nel corso della gestione da parte di Frc Group srl del punto vendita di Napoli si è passati dai 71 dipendenti iniziali alle 41 unità e successivamente, tramite dimissioni su base volontaria con incentivi alla buonuscita, gli ex dipendenti Fnac, divenuti poi dipendenti ex Trony dell’ex Frc Group srl, sono diventati 38 unità».

Una situazione alquanto ingarbugliata, per la quale, è stato chiesto al ministro Di Maio se non si ritenga necessario assumere iniziative, per quanto di competenza, che coinvolgano tutte le parti interessate nella vicenda Frc Group Srl/Piazza Italia spa, al fine di individuare soluzioni meno traumatiche per i 38 lavoratori coinvolti nella complessa situazione fallimentare della società.

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Riproduzione Riservata