E’ quanto fa mettere a verbale la collaboratrice di giustizia Monica Morino, l’attività dal 2014 al 2018

Milleduecento euro al mese, 300 a settimana: a tanto ammonta la tangente che dal 2014 fino al momento dell’arresto (avvenuto nel 2018) per avere la gestione, in monopolio, dello spaccio a Volla. Lo ha fatto mettere a verbale la collaboratrice di giustizia Monica Morino (37 anni), che insieme al marito, Pasquale Matarazzo (anche lui pentitosi) per anni hanno gestito il fiorente «droga shop» di Via Cristoforo Colombo. La tangente – fa mettere nero su bianco, Morino – era versata al clan Veneruso.  I verbali che contengono la circostanza appena descritta sono stati pubblicati dal quotidiano Il Roma.