I degenti affetti dal coronavirus, saranno ospitati esclusivamente nel reparto dedicato del Cardarelli, ed al Cotugno

L’Ospedale del Mare, il Loreto Mare e il San Giovanni Bosco a Napoli non ospiteranno più pazienti covid e torneranno a fare assistenza medica ai pazienti che necessitano di aiuto per altre patologie. E’ quanto deciso oggi dall’Unità di Crisi della Regione Campania sul covid19. L’Unità di Crisi della regione Campania ha dato indicazioni alla alla ‘Asl Napoli 1 Centro di “ricondurre l’Ospedale Loreto Mare a struttura di ricovero per pazienti non Covid”, di “riportare i posti letto dell’Ospedale del Mare dedicati ai pazienti Covid alla originaria destinazione” e di “riattivare il Pronto Soccorso presso l’ospedale San Giovanni Bosco”.

ad

Da oggi a Napoli i pazienti covid saranno quindi ricoverati all’ospedale infettivologico Cotugno e nel padiglione dedicato all’ospedale Cardarelli. Al Loreto Mare ci sono fino a oggi 50 posti letto di degenza di cui 28 occupati, 10 di subintensiva di cui 5 occupati. I pazienti resteranno fino al 15 ottobre poi quelli rimasti saranno trasferiti ad altri presidi ospedalieri metropolitani o regionali disponibili all’accettazione, al trasferimento del paziente ancora positivo, ma asintomatico o paucisintomatico, al Covid Residence dell’Ospedale del Mare o alla dimissione protetta al proprio domicilio. All’Ospedale del Mare non sono invece ricoverati al momento pazienti covid, che sono solo al Covid residence, struttura indipendente dall’ospedale stesso.

L’Unità di crisi sottolinea anche che il Pronto Soccorso del San Giovanni Bosco non è stato attivato, nonostante si sia provveduto alla riconversione da Covid Hospital a presidio ospedaliero free Covid dal 26 giugno scorso, per mancanza di personale medico, difficoltà che sussiste a tutt’oggi, nonostante i procedimenti attivati e completati sia in ordine al reclutamento a tempo indeterminato che in ordine a soluzioni alternative come il tempo determinato. E’ stata convocata per lunedì 11 ottobre alle 11 una riunione di approfondimento, per esplorare ulteriori possibili soluzioni finalizzate al raggiungimento dell’obiettivo di attivare il Pronto Soccorso all’Ospedale San Giovanni Bosco nel più breve tempo possibile.

Riproduzione Riservata