Napoli, difficoltà per il trasporto pubblico: cavi bruciati, chiusa funicolare di Chiaia Servono per alimentazione pompe sommerse, riapertura a breve; il sindacato Usb denuncia: difficoltà per reperire biglietti

I cavi di alimentazione delle pompe sommerse al piano inferiore della stazione parco Margherita della funicolare di Chiaia, a Napoli, si sono bruciati per cause i n corso di accertamento. La situazione è stata portata subito sotto controllo. L’impianto è stato immediatamente chiuso e potrà riaprire solo quando la ditta incaricata della manutenzione accerterà il ripristino di tutte le condizioni di sicurezza che, si apprende da fonti Anm, potrebbe avvenire in breve tempo.

ad

Inoltre, si registrano altre difficoltà per gli utenti napoletani, stavolta nel reperire i ticket di viaggio: “a causa di biglietterie chiuse e distributori automatici guasti”. E’ quanto denuncia il sindacato Usb. “Gli info point sono chiusi e sono guasti i distributori di ticket della funicolare Centrale – dicono dal sindacato – Un disservizio che obbliga i cittadini a procurarsi i biglietti all’esterno della stazione. Biglietti che – aggiungono – da mesi sono divenuti introvabili nelle edicole e nelle tabaccherie autorizzate dopo che il consorzio Unico Campania, che opera per conto di Anm, e di altre società di trasporto, ha deciso di puntare sull’acquisto dei biglietti on-line”. Secondo l’Usb, di tratta di “una decisione che ha determinato gravi conseguenze nella distribuzione dei titoli di viaggio, sulla manutenzione delle emettitrici e sui livelli occupazionali dei lavoratori addetti”.

Riproduzione Riservata