giovedì, Febbraio 2, 2023
HomeNotizie di CronacaTorre del Greco, adescata in chat e violentata: la verità negli smartphone

Torre del Greco, adescata in chat e violentata: la verità negli smartphone

Per far luce sulla vicenda, la Procura di Torre Annunziata ha sequestrato i telefoni di vittima e presunto aggressore.

E’ stato sequestrato lo smartphone di ultima generazione del 22enne che, secondo una dettagliata denuncia, avrebbe violentato una 18enne in un parcheggio a Torre del Greco. Secondo le accuse della vittima, dopo averla “adescata” su Instagram, i due si sarebbero incontrati e lui l’avrebbe condotta in un luogo appartato, dove avrebbe abusato di lei.

Nel telefono, la Procura di Torre Annunziata punta a trovare la verità, raccogliendo eventuali indizi che facciano luce sulla vicenda. E anche la stessa vittima, assistita dall’avvocato Amato Del Giudice, come riporta un articolo di ‘Metropolis’, a firma del collega Alberto Dortucci, ha consegnato al titolare del fascicolo, il pm Ugo Spagna, il proprio cellulare per eventuali riscontri del caso.

Ad aiutare gli inquirenti, potrebbero essere, infine, anche i filmati della videosorveglianza comunale, in un’area in cui le telecamere servono per evitare i depositi fuorilegge di rifiuti. Ma che, in questo caso, potrebbero servire a far luce su un presunto caso di stupro.

Articoli Correlati

- Advertisement -