Un topo entra in casa e morde il dito di una mano. E’ la brutta avventura capitata ad un medico a Napoli, in via Petrarca, ‘salotto’ della citta’. La denuncia arriva da Alessia Giangrasso, dirigente superiore del Coordinamento operativo nazionale interforze tutela ambientale. In particolare, Giangrasso e’ responsabile del Nucleo operativo ambientale, oltre che residente in quella zona, e punta il dito contro l’amministrazione comunale e contro “il sindaco, la massima autorita’ sanitaria, colpevole di abbandono politico”. “Nel tratto di Posillipo che comprende via Petrarca, c’e’ un totale abbandono – spiega Giangrasso – sono mesi, anzi anni che segnaliamo la presenza di feci, spazzatura, insetti, parassiti. Non e’ il primo caso di un topo che entra in casa, questa volta e’ riuscito finanche a mordere un cittadino”.

ad

“Non solo – aggiunge – in questa zona consentono il passaggio del bus per turisti sotto alberi infestati di pidocchi. Ma ci si rende conto? Qui parliamo di topi di fogna, non di topi di campagna. Il medico si e’ fatto curare all’ospedale Fatebenefratelli”. Per la dirigente del Conita, il problema e’ riconducibile “all’assenza dell’amministrazione, il sindaco e’ lontano dal territorio, forse perche’ questa e’ una municipalita’ di centrodestra e quindi non si parla di suoi elettori – conclude – fatto sta che siamo circondati da topi e degrado, e questo ad un sindaco dovrebbe importare”.