Il racconto dei fatti.

“Esprimo profonda solidarieta’ nei confronti della troupe di ‘Non e’ l’Arena’, programma di approfondimento di La7, aggredita nei pressi di piazza Nilo a Napoli mentre cercava di avvicinare Tony Colombo per porgli alcune domande”. Lo ha affermato il consigliere regionale campano dei Verdi Francesco Emilio Borrelli.

“I componenti della troupe – ha proseguito Borrelli – tra cui il cameraman, sono stati fisicamente aggrediti da alcuni soggetti facenti parte dell’entourage del cantante. Un atteggiamento vile e ignobile. Purtroppo Colombo dimostra ancora una volta di contornarsi di soggetti dai modi camorristici. Nessuna sorpresa se si valuta il pedigree criminale che li caratterizza. Evidentemente Tony Colombo ha un buon rapporto con il sistema televisivo solo quando gli permette di far soldi con le ospitate, il suo atteggiamento e quello di coloro che lo accompagnano cambia decisamente quando dei giornalisti vogliono rendergli conto delle tante ombre che lo contraddistinguono”.

ad

“La violenza – ha concluso Borrelli – in ogni caso, non e’ mai una risposta. Scaraventare un cameraman a terra e’ un gesto criminale che serve a qualificare chi lo commette”.