(Nelle foto via Sibilla, a Bagnoli, e la pianta sequestrata)

La donna, esasperata dall’odore poco gradito, decide di rivolgersi alle forze dell’ordine e in via Sibilla scatta il blitz: sequestrato alberello di “erba”

di Luigi Nicolosi

ad

La pianta della discordia. Un alberello di cannabis innesca un’accesa discussione condominiale e tra vicini di casa volano gli stracci. Oltre che le denunce. Succede a Bagnoli, in un condominio di via Sibilla, dove un 45enne è finito nei guai in seguito alla perquisizione eseguita dalla polizia all’interno del suo domicilio: gli agenti hanno infatti trovato e sequestrato sul suo balcone di casa una pianta di marijuana già piuttosto sviluppata. La stessa che da alcune settimane aveva causato i forti malumori della vicina che, esasperata per la mancata rimozione della pianta, ha quindi deciso di rivolgersi alle forze dell’ordine.

La vicenda è venuta alla luce nella tarda mattina di ieri, quando la 68enne, incrociando una pattuglia del commissariato di zona in via Coroglio, ha deciso di spiegare agli agenti il motivo della sua rabbia. Ascoltata la testimonianza e raccolta la successiva denunzia, la polizia ha quindi eseguito una perquisizione mirata nell’appartamento segnalato. I riscontri non si sono purtroppo fatti attendere. Passata al setaccio l’abitazione al primo piano di via Sibilla e scoperta la pianta di marijuana, gli agenti hanno quindi denunciato a piede libero il 45enne Francesco R. per possesso di stupefacente. L’alberello è stato ovviamente sottoposto a sequestro, sperando che questo basti a riportare la quiete nel tempestoso condominio.