La compagnia di Onorato riceverà circa 73 milioni di euro dal Governo.

La convenzione fra Tirrenia-Cin e lo Stato per il servizio di continuità territoriale fra l’Italia e le sue Isole va verso una proroga. Ad anticiparlo è l’Unidos, che riporta come nell’articolo 209 del Decreto Rilancio “Disposizioni urgenti in materia di collegamento marittimo in regime di servizio pubblico con le isole maggiori e minori”, si apprende come “l’effettuazione di detti servizi è prorogata” (…) “per un periodo non superiore ai dodici mesi successivi alla scadenza dello stato di emergenza”, dichiarato a inizio anno, e che il Governo si appresta a prolungare, proprio per effetto del Dl, di altri sei mesi.

La proroga viene motivata, in quanto “in definitiva, non appaiono sussistere allo stato le condizioni affinché l’organizzazione dei servizi possa beneficiare del massimo grado di concorrenza espresso dal mercato. Appare opportuno pertanto prorogare l’attuale convenzione fino a quando le condizioni di domanda e offerta dei servizi, con la conclusione dell’emergenza e la normalizzazione dei flussi ditraffico, torneranno a regimi ordinari”.

ad

Tirrenia, che in base alla convenzione del 2012 ha ricevuto 72 milioni di finanziamenti pubblici ogni anno, potrà, di conseguenza, gestire i collegamenti marittimi in convenzione certamente fino alla fine dell’anno, e poi per tutto il 2021. L’Esecutivo dovrebbe erogare, quindi, 30,2 milioni di euro per la frazione rimanente del 2020 e 42,9 milioni per tutto il 2021.

Riproduzione Riservata