pistola

incenzo Brandi confessa attraverso una lettera inviata ai giudici. Il delitto a ottobre del 2012

Con una lettera indirizzata al giudice Imparato, Vincenzo Brandi, presunto killer del clan Notturno dello Chalet Bakù, ha ammesso le sue responsabilità rispetto all’omicidio di Mario Perrotta, ammazzato a 27 anni, a ottobre del 2012 (nel pieno della terza faida di Scampia). Brandi, all’interno della stessa missiva ha sottolineato quanto il 2012 sia stato per lui, un «periodo terrificante», con i suoi pensieri che sarebbero stati completamente annebbiati dal consumo di sostanze stupefacenti. Va sottolineato che Brandi ha confessato l’omicidio di Perrotta (ras dei Leonardi), ma non ha accusato i complici. Alla sbarra, per il delitto del 2012, ci sono anche Giuseppe Montanera e Raffaele Notturno.

Riproduzione Riservata