Chiedono aule e terzo appello

È terminata l’occupazione all’Università L’Orientale di Napoli dopo che gli studenti hanno avuto un incontro con il rettore, Roberto Tottoli. In mattinata un gruppo di studenti aderenti a Link avevano occupato il rettorato e affisso uno striscione che recita: «Basta chiacchiere sulla nostra pelle: servono fatti. Adesso a noi gli occhi: spazi e terzo appello ora». Gli universitari chiedono un terzo appello, aule studio e spazi.

«Ancora una volta l’amministrazione ha cercato di prendere tempo e liquidarci con promesse e buone intenzioni dicendo che il terzo appello non è una vera necessità – dicono gli studenti – e che ci sono problemi per riaprire spazi e adibirli ad aule studio. Se entro venerdì non riceveremo risposte sulla riapertura delle aule studio e sul terzo appello, ci recheremo ancora una volta in presidio al rettorato e lì attenderemo le risposte dell’Ateneo e se non saranno quelle che vogliamo entreremo di nuovo nel rettorato».

ad

Gli studenti chiamano tutti gli universitari a raccolta: «Stavolta c’è bisogno della presenza di tutti: se l’Ateneo non cede tocca a noi mostrarci più uniti e determinati che mai. Siamo in stato di agitazione permanente e pretendiamo #ANoiGliOcchi». 

Riproduzione Riservata