Confermata la condanna a 17 anni per Luigi D'Acunzo
Un'aula di tribunale (foto di repertorio)

Confermata la pena a 17 anni di reclusione inflitta a Luigi D’Acunzo in primo grado

Arriva in Appello, la conferma a 17 anni di carcere (incassati in primo grado) per Luigi D’Acunzo, giovane ras considerato vicino al clan Gionta di Torre Annunziata, e accusato di tentato omicidio; D’Acunzo, nel corso di una aggressione a scopo di rapina (per sottrarre una moto), ai danni di un marittimo di Torre del Greco, Antonio M., rischiò di uccidere quest’ultimo. Il raid si consumò il 27 dicembre del 2016, il marittimo fu raggiunto e ferito da alcuni colpi di pistola. Il processo di primo grado era arrivato a sentenza un anno e mezzo fa, nelle scorse ore, invece, è calato il sipario anche sul procedimento di secondo grado. Per Luigi D’Acunzo confermata la condanna a 17 anni di reclusione. La notizia è stata riportata dal quotidiano Metropolis.

Riproduzione Riservata