Hanno acquisito ulteriore documentazione per le indagini


La Guardia di Finanza torna al Comune di Torre Annunziata: a due settimane dall’arresto del dirigente dell’ufficio tecnico, Nunzio Ariano, accusato di avere intascato una tangente di 10mila euro nell’ambito dell’appalto per i lavori di riqualificazione in un istituto comprensivo per rispondere alle norme anti-Covid, i finanziari della locale compagnia si sono ripresentati negli uffici di via provinciale Schiti per recuperare atti ritenuti interessanti e non direttamente collegati all’appalto da duecentomila euro fino al centro delle indagini che hanno portato all’arresto di Ariano.

Tra questi ci sarebbe anche un progetto per un parcheggio finito di recente al centro di polemiche politiche.

ad