All’interno della struttura sono state riscontrate carenze di natura igienico-sanitarie

I carabinieri di Napoli, insieme a personale del Gruppo Pronto Impiego della Guardia di Finanza di Napoli e del Dipartimento di Prevenzione dell’Asl Napoli 1 Centro, nel corso di controlli mirati, hanno scoperto che il poliambulatori di un istituto diagnostico del quartiere napoletano di Soccavo effettuava test di rilevazione del coronavirus.

Sono state accertate violazioni di carattere amministrativo e riscontrate carenze. Venivano infatti utilizzati locali al secondo piano della struttura, non autorizzati, come deposito materiali/spogliatoio e c’erano carenze di natura igienico-sanitarie. Il titolare dell’istituto e’ stato diffidato dal Dipartimento di Prevenzione dell’Asl a interdire l’area non autorizzata e al ripristino dello stato dei luoghi cosi’ come tecnicamente autorizzato.

ad