Paolo Cirino Pomicino e Ciriaco De Mita

Ci sono gli ex sindaci di Napoli Rosa Russo Jervolino e Antonio Bassolino, l’ex presidente del Consiglio Ciriaco De Mita e l’ex ministro Paolo Cirino Pomicino nella lista dei deputati e senatori del passato che percepiscono il vitalizio e potrebbero subire gli effetti della sforbiciata alle rendite a vita annunciata dal presidente della Camera Roberto Fico.

Nell’elenco dei parlamentari (l’ultimo e’ stato pubblicato nel 2016) che dalla Campania hanno occupato una poltrona a Montecitorio e Palazzo Madama, l’attuale sindaco di Nusco e’ quello che percepisce uno degli assegni piu’ corposi: oltre 5800 euro al mese insieme a un altro primo cittadino, Clemente Mastella, sindaco nella sua Benevento, con un vitalizio da quasi 7000 euro. Stessa cifra per Nicola Mancino, ex presidente del Senato e gia’ vicepresidente del Csm. Ma ci sono anche Rosa Russo Jervolino, ex parlamentare della Dc con 5500 euro, Antonio Bassolino con quasi 3mila euro, e un altro ex sindaco del capoluogo, Carlo D’Amato, con 3000 euro e Cirino Pomicino con 5400 euro.

ad
Nicola Mancino

Nella lista anche Gianfranco Nappi, gia’ segretario regionale dei Democratici di Sinistra in Campania, che percepisce un assegno da 4300 euro, Alfonso Pecoraro Scanio (5400), il saggista Isaia Sales (3000 euro) e il filosofo Fulvio Tessitore (3200). Tra gli ex senatori che intascano il vitalizio ci sono anche i campani Aldo Masullo, filosofo ed ex senatore con 5692 euro, l’ex sindaco di Afragola Vincenzo Nespoli (5589), il beneventano Pasquale Viespoli (3785), il docente universitario Massimo Villone, il giornalista Emiddio Novi e Graziella Pagano, senatrice per 4 legislature, entrambi con 5692 euro.

Alfonso Pecoraro Scanio

Nella classifica degli ex politici con il vitalizio, tra i piu’ ‘paperoni’ ci sono anche quelli che percepiscono un doppio assegno, da ex parlamentari e da ex consiglieri regionali della Campania. L’assegno di Bassolino, infatti, contando anche gli anni di impegno politico in Regione, passa dai 3mila ai quasi 7mila euro. E ancora Amelia Ardias, 100 anni compiuti appena 20 giorni fa, che percepisce un assegno da 6900 euro non solo per le legislature in parlamento ma anche per i suoi incarichi in Regione: consigliere per tre volte, poi assessore. A Francesco Barra, ex parlamentare socialista, vanno 3300 euro mensili, come a Francesco Brusco, all’ex deputato Aldo Cennamo, all’avvocato Sergio Cola, Benito Visca, Giovanni Russo Spena, Antonio Felice Iossa.

Amelia Ardias

Domenico Zinzi, ex presidente della provincia di Caserta, percepisce un vitalizio di 5000 euro. E poi ci sono Alfredo Vito, parlamentare di Forza Italia per 4 legislature, che arriva quasi a 4mila euro, e l’ex presidente della Regione Campania ed ex sottosegretario al Tesoro Antonio Rastrelli con oltre 3500 euro.