lunedì, Agosto 10, 2020

Tag:ministero della giustizia

«La Nco non esiste più da 30 anni, Raffaele Cutolo va liberato»

Il reclamo contro la proroga del 41 bis, presentato al Tribunale di Sorveglianza di Roma dalla difesa del padrino di Ottaviano ...

Ecco perché è stato prorogato il 41 bis al boss Raffaele Cutolo

Il decreto siglato dal ministro della Giustizia: risulta essere elemento di spiccatissima pericolosità sociale di Giancarlo Tommasone

Indagato a Napoli l’ex capo dell’ispettorato del Ministero della Giustizia

L'inchiesta. La Procura della Repubblica di Napoli ha iscritto nel registro degli indagati il magistrato Andrea Nocera, ex...

Prescrizione, penalisti: la riforma è una truffa, i tempi sono già lunghissimi

Il 64% dei rinvii è dovuto a circostanze processualmente fisiologiche, quali l'assenza dei testi, il tentativo di conciliazione o la richiesta di...

Catturato l’evaso, ma ci sono almeno 8 misteri nella fuga

di Giancarlo Tommasone L’evasione dal carcere di Poggioreale, di Robert Lisowski, 32enne polacco, arrestato ieri dalla Squadra Mobile a poco meno di un chilometro dalla...

Intervista a Cutolo, il Ministero: messaggio del boss veicolato all’esterno

Tiene ancora banco il caso dell’intervista al boss Raffaele Cutolo, pubblicata da «Il Mattino». A quanto si apprende, infatti, il ministero della Giustizia ha...

Allarme carceri, aumentano le evasioni dai permessi

di Giancarlo Tommasone Le carceri italiane sono costantemente al centro della discussione politica, soprattutto a causa del problema del sovraffollamento e del numero esiguo di...

«Napoli è diventata una città ancora più obliqua e la responsabilità è di tutti»

Il fenomeno delle baby-gang connesso a quello della gioventù a rischio, da tempo focalizza l’attenzione di media e istituzioni. Per comprendere la natura e...

Ultime Notizie

Quindicenne investita e uccisa, negativi i test alcol-droghe sul conducente

Il 21enne è accusato di omicidio stradale, domani alle 10.30 l’ultimo saluto a Maya Gargiulo

Venti anni fa la tragedia di Gigi e Paolo, vittime innocenti della camorra

I due giovani furono scambiati per i guardaspalle del genero di un boss di Pianura e trucidati

Minacce dal boss Graviano, Massimo Giletti sotto scorta

La decisione dopo le intercettazioni in carcere del padrino di Cosa Nostra. Da...
error: Il contenuto è protetto da copyright
" "