Tra organizzazioni di conferenza stampa, traduttrici e interpreti la Regione attraverso la sua partecipata Sviluppo Campania ha attivato sei contratti, senza chiamata pubblica, che dureranno non oltre i tre mesi. Due si occuperanno del piano di comunicazione, uno farà da supporto tecnico per la comunicazione della Giunta, altre tre di attività di comunicazione in ambito fieristico e turistico. Che il presidente De Luca avesse deciso di «comunicare» di più, lo si era capito quando ha affidato alla «DeRev» la strategia dei social network. Ma evidentemente non bastava. E allora attraverso la partecipata regionale Sviluppo Campania ecco i sei esperti di comunicazione. Nessuna call pubblica, sono stati scelti con chiamata diretta: quattro co.co.co. e due per incarichi professionali. Due si occuperanno del piano di comunicazione, uno farà da supporto tecnico per la comunicazione della Giunta, altre tre di attività di comunicazione in ambito fieristico e turistico. Incarichi che in totale valgono 30 mila euro e che non vanno oltre maggio 2018. In sostanza sono contratti di due o tre mesi, molto ben pagati (almeno cinque su sei).

Il super-dirigente dell’area comunicazione multimediale di Palazzo Santa Lucia, Mario De Rosa

Partiamo da Pierpaolo Piattari, per il quale il contratto è già terminato. Una collaborazione lampo: dal 18 gennaio a 28 febbraio, per ben 4mila 800 euro. Per fare cosa in poco meno di un mese? Il supporto tecnico e organizzativo alla comunicazione multicanale della Giunta regionale. In un mese Piattari ha dovuto compiere analisi funzionali di applicativi, app e piattaforme multimediali. Supporto alla pianificazione dello sviluppo di applicativi multimediali; supporto alla gestione di applicativi multimediali; supporto a semplici inconvenienti.
C’è poi Giovanni Sapere al quale è toccato il piano della comunicazione per il programma regionale per l’attuazione delle misure disposte dalle legge 6. Valore dell’attività 3mila euro, durata del contratto 28 febbraio-30 maggio.

ad
De Luca Sanita
Il governatore Vincenzo De Luca

Antonio Magliuolo, per lui stesso progetto di Sapere, ovvero il piano di comunicazione legato alla legge 6. Ma con oggetto diverso, ovvero analisi e monitoraggio del piano. Quanto costerà alla Regione questa collaborazione? 9mila euro da febbraio a maggio.
Gli ultimi tre sono impegnati nelle attività di comunicazione per le manifestazioni fieristiche in ambito turistico 2018. Orlando Napoli, nello specifico avrà da svolgere compiti di attività di progettazione, riprese, montaggio di spot e video promozionali; riprese e montaggio di video interviste e servizi giornalistici; produzione di contenuti multimediali ed animazioni grafiche. Tutto questo dovrà essere fatto dal 1 marzo al 30 aprile per 1400 euro. E in fondo è quello che ci è andato peggio economicamente.
Per Federico Festa, anche lui impegnato nelle attività di comunicazione per le manifestazioni fieristiche in ambito turistico 2018, dovrà svolgere attività di coordinamento e produzione contenuti istituzionali; attività di pubbliche relazioni; attività di coordinamento per rapporti con la stampa ed organizzazione conferenze stampa. Dal 4 marzo al 30 aprile svolgerà il suo compito per 6 mila euro.
Luisa Marro, nello stesso ambito dovrà invece occuparsi delle traduzioni e conversazioni con i partner stranieri a supporto della preparazione delle attività fieristiche e durante lo svolgimento delle manifestazioni; attività di interpretariato e di pubbliche relazioni per iniziative di tipo istituzionale e per iniziative che coinvolgono gli operatori internazionali del settore. Dal 7 marzo al 30 aprile percepirà 6mila 600 euro.

Riproduzione Riservata