La vicenda.

Tenta di strangolare la compagna all’atto di registrazione della seconda figlia, ma fermato dai vigili urbani li aggredisce ferendone due. È accaduto ad Acerra, nel Napoletano, dove oggi un marocchino di 21 anni, residente in Calabria, è stato sottoposto a fermo dai vigili urbani che erano intervenuti per sedare una lite tra il giovane straniero e la compagna residente ad Acerra.

I due erano negli uffici dello Stato civile per registrare la nascita della loro seconda figlia, ma tra i due è scoppiata una lite quando l’uomo si è accorto che la donna non aveva dato il cognome del papà alla bambina, così come già accaduto con il primogenito. Il 21enne si è alterato ed ha tentato di strangolare la donna, salvata dai vigili urbani che sono rimasti feriti nel corso della colluttazione. Gli agenti della municipale hanno quindi sottoposto a fermo e arrestato l’uomo per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e minacce.

ad