Palazzo Farnese, sede del Comune di Castellammare di Stabia

Alla base ci sarebbe una serie di calcoli errati   

Presunti incentivi sugli stipendi dei dipendenti, un nuovo terremoto giudiziario rischia di scuotere le fondamenta di Palazzo Farnese, sede del Comune di Castellammare di Stabia. Secondo quanto riporta l’edizione odierna di Cronache di Napoli, la Procura oplontina, sta indagando su una serie di presunti «incarichi d’oro». Che sarebbero stati affidati dall’ente locale stabiese ad alcuni dipendenti comunali. Stando a quanto trapelato dagli uffici della Procura di Torre Annunziata, sarebbero state riscontrate numerose anomalie relative al conferimento delle posizioni organizzative nel Comune. I beneficiari avrebbero incassato incentivi sugli emolumenti, che vanno dai 12mila ai 16 euro all’anno. Alla base, ci sarebbe un errore di conteggio; su 13 candidati ai vari settori, la commissione esaminatrice avrebbe sbagliato il calcolo dei punteggi per dieci persone.

Riproduzione Riservata